LA TARTARUGA SFIDA I BULLI (STORIA E LAVORETTO)

27781190_10215002490325265_828957988_n.jpg

CIAO A TUTTI, UN NUOVO GIOCO STORIA,VISTO E’ UN PO’ CHE NON NE PUBBLICO  ho pensato a questo tema cioe’ il bullismo,  anche perchè il 7 febbraio ci sarà la  Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, come sempre oltre alla storia ci sara’ un piccolo lavoretto per costruire Tartina, la nostra protagonista!

TARTOLS.jpg

a questo punto potete proporre ai bambini di inventare un finale per la storia, dopo fate vedere il foglio sotto dove ho gia’ scritto un finale… lo ho fatto in 2 fogli diversi sia perchè è bello sentire le varie opinioni sia perchè potete poi attaccare l’inizio foglio sopra (solo nello spazio che ho lasciato superiore) a quello sotto

tartols 2.jpg

La storia completa la potete scarica qui

la storia di Tartina a Rugolandia

Per il lavoretto:

materiali necessari:

-piatti di cartone

stagione

cartoncino verde

colla e forbici

carta di riviste o giornali e pennarelli

come si fa:

tagliate a metà il piatto di carta, coloratelo con la tempera di colore verde (o come ho fatto io giallo e blu)  una volta asciutto incollate al centro del carapace dei ritagli di giornale o riviste, che avrete colorato con i pennarelli di diverse tonalità, come vedete io ho usato avanzi di fotocopie e carta scritta da buttare, create le zampe ed il viso con cartoncino verde.

Opzionale: ritagliate le ultime frasi in stampatello scritte nella storia di Tartina ed incollatele sul retro della tartaruga, come sempre vi chiedo se lo fate e avete voglia di mandarci le vostre foto da aggiungere alla pagina facebook del sito nella cartella fatti da voi

 

SE CERCATE ALTRO A TEMA BULLISMO VI LASCIO AD UN ALTRO POST FILASTROCCHE, copertine, medaglie SUL BULLISMO

OPPURE AD UN’IDEA PER I PIU’ PICCOLI, UN MURO DA DISEGNARE INSIEME N COME NOI, FILASTROCCA DA DISEGNARE tutti insieme

Annunci

IL GIOCO CON IL JUNGLE BALLOON (O LA PALLA) X 2 giocatori

coccodrillo

Ciao a tutti! Come vi ho sempre detto quando vado in edicola mi perdo 😀 rischio di prendere anche cose non proprio necessarie ed e’ per questo che vado molto meno di prima, anche se mi diverto molto!

Tra tutti i pacchettini sorpresa (di cui diciamoci la verita’ ora al posto mio mia sorella mi fa scorta), ogni volta trovo sempre qualche bel gioco da fare! Molti giochini e’ vero sono solamente un comprare per fare mille collezioni inutil, ma proprio per questo invento sempre molti giochi dove li uso (quando riesco a sistemare le foto vi faro’ vedere diversi giochi fatti con gli zoombie e mille altri personaggi)

Oggi e’ il turno dei jungle Balloon, non mi dite che non ne avete mai preso uno 😀 sono della Sbabam e li trovate in quasi tutte le edicole, per chi non li conoscesse li puo’ trovare qui SBABAM, come vedete il prezzo e’ davvero accessibile!

Oltre ai 2 giochi proposti nel sito (li vedete tra le foto, prima del dinosauro) io ho inventato altri giochi da fare, uno tra questi oggi lo condivido con voi.

Per prima cosa ho raccontato una storia:

Nel villaggio dei jungle balloon il tempo trascorreva sereno, erano tutti amici, anche gli animali che di solito non vanno propriamente d’amore e d’accordo (come la giraffa con il leone), tutti si aiutavano, si cibavano di ogni tipo di erba e verdura che coltivavano insieme in mezzo alla foresta dove abitavano (a questo proposito presto vi faro’ vedere come facciamo noi un piccolo orticello), avevano tutti lo stesso super potere, gonfiarsi per riuscire a volare da una zona all’altra dell’immensa giugla senza fare sforzo alcuno. Fino a che un bel giorno arrivo’ un vero Lupo (noi abbiamo preso quello della storia che trovate qui IL LUPO IMPERIALE CON lavoretto che a forza di correre era riuscito a seminare il Leone) in carne ed ossa che pretendeva di comandare tutti (con la sua corona mezza sgangherata) accompagnato da un folletto magico (trovato da qualche parte nel suo cammino), tutti gli animali non poterono fare altro che servirlo e se qualcuno non stava al suo comando veniva messo in prigione.Il folletto era riuscito a fare una magia per cui nessun animale poteva piu’ gonfiarsi

L’ultimo ad essere scampato alla prigione era proprio DINOSAURO (noi ne abbiamo uno viola, se voi avete il coccodrillo o un altro animale va bene comunque) che ci ha mandato questo biglietto (inizialmente lo volevo fare da stampare, ma nel caso vogliate potete salvare la foto, se avete problemi fatemelo sapere)

PRIGIONE.jpg

Si perche’ il lupo (credendo di vincere tranquillamente) aveva scritto a grossi caratteri un gioco da fare tra 2 giganti e un jungle balloon gonfio dicendo che nel caso qualcuno riuscisse a passarlo lui sarebbe andato via con il folletto,  il gioco era questo:

2 GIOCATORI E 1 JUNGLE BALLON (SE NE AVETE ALTRI NASCONDETELI IN UN ALTRA STANZA PRIGIONE) , per passaggi si intende da una persona all’altra 2 volte per ogni punto, quindi una avanti e un altro che lo manda indietro)

  1. PASSA IL PALLONE  AL TUO COMPAGNO SENZA FARLO CADERE (COME SCRITTO SOPRA DOPO IL TUO COMPAGNO LO DOVRA’ PASSARE A TE)
  2. PASSA IL PALLONE AL TUO COMPAGNO CHE DOVRA’ BATTERE LE MANI PRIMA DI AFFERRARLO
  3. PASSA IL PALLONE AL COMPAGNO CHE DOVRA’ BATTERE LE MANI 2 VOLTE PRIMA DI AFFERRARLO
  4. PASSA IL PALLONE AL COMPAGNO CHE DOVRA’ BATTERE LE MANI PER ARIA 1 VOLTA PRIMA DI AFFERRARLO
  5. PASSA IL PALLONE AL COMPAGNO CHE DOVRA’ BATTERE LE MANI DAVANTI E DIETRO PRIMA DI AFFERRARLO
  6. PASSA IL PALLONE AL TUO COMPAGNO CHE DOVRA’ BATTERE LE MANI NELLE GINOCCHIA PRIMA DI AFFERRARLO
  7. PASSA IL PALLONE AL TUO COMPAGNO CHE DOVRA’ BATTERE LE MANI NELLE GINOCCHIA  2 VOLTE PRIMA DI AFFERRARLO
  8. PASSA IL PALLONE AL TUO COMPAGNO CHE DOVRA’ URLARE DINO DINO PRIMA DI AFFERRARLO
  9. PASSA IL PALLONE AL TUO COMPAGNO CHE DOVRA’ AVANZARE DI 2 PASSI PRIMA DI AFFERRARLO
  10. LANCIATEVI LA PALLA 10 VOLTE CONSECUTIVE SENZA FARLA CADERE!!!!

Ora le regole potete farle personali e adatte all’eta’ del bimbo, noi abbiamo fatto che a ogni passaggio bisognava fare un passo indietro (solo 1 dei 2) per allargare la distanza, visto poi al numero 9 veniva di nuovo avvicinata

Ogni volta che la palla dino cade bisogna iniziare e rifare il punto precendete a quello appena perso, tipo non riuscite a prendere la palla dopo aver avanzato di 2 passi come dice il numero 9? dovete partire di nuovo dal numero 8 e fare tutto giusto (altrimenti tornerete al n. 7) prima di riprovare. Abbiamo provato anche a partire dall’inizio ogni volta che la palla cade 😀

VOGLIAMO AIUTARLI A LIBERARSI DEL LUPO E FOLLETTO? BUON DIVERTIMENTO

LA COLLANA DEI FLINTSTONES (gioielli eta’ della pietra piu’ ricetta pongo al cioccolato)

CIAO A TUTTI, oggi voglio farvi vedere un gioco fatto diverso tempo fa ma molto bello, costruire dei gioielli dell’eta’ della pietra, perfetti per essere usati giocando ai Flintstones!

Per il colore non lo ho voluto fare come il classico bianco della collana di Wilma (nel caso vogliate farlo potete trovare una ricetta qui IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE alla vaniglia, senza usare coloranti, presto mettero’ un’altra ricetta che amo) ma sporcarlo e quindi cosa meglio del cioccolato???

Prima di iniziare volevo puntualizzare che se volete dare anche un’impronta storica alle vostre realizzazioni e non volete dire di creare cose per l’eta’ della pietra (visto non si maneggiano vere rocce, anche se la cosa simpatica sono le forme) potete addentrarvi nel Neolitico dove iniziavano le prime cose fatte in argilla e i primi vasellami.

RICETTA:

  • 1 tazza e 1/2 di farina
  • 1/2 tazza di sale da tavola
  • 1 tazza di cacao in polvere
  • 1 1/2 tazze di acqua bollente (circa)
  • 3 cucchiai di olio

 

PREPARAZIONE: Mescola tutti gli ingredienti in polvere e poi aggiungi l’olio e l’acqua (poco alla volta perche’ come ho sempre detto puo’ volerne meno o poco piu’)

La pasta ha una consistenza morbida e cosi’ profumata che viene la tentazione di addentarla 😀

PER LA COLLANA E I BRACCIALI:

FAI DELLE GRANDI PALLINE E FORALE CON UNO STECCO DA SPIENDINO PASSANDO DA UNA PARTE ALL’ALTRA, LA COTTURA IN FORNO E’ FACOLTATIVA E IO A DIRE IL VERO NON LA HO USATA, IN ESTATE POTETE METTERLE SOTTO IL SOLE, IN INVERNO SUI TERMOSIFONI, una volta asciutte le ho semplicemente fatte passare all’interno di spago da cucina e…. indossate!!!!!!!

Per gli anelli vi faro’ vedere presto una bella cosa da proporre sempre a tema e a costo 0

 

 

 

ROOM ON THE BROOM (la strega rossella)piu’ il disegno da colorare

Ciao a tutti, lo conoscete il libro o film room on the broom???? E’ quello della straga Rossella, so che siamo alla Befana ma questa e’ una strega cosi’ carina che ho pensato di farvela vedere ora piu’ che ad Halloween!

Il libro e’ questo, sicuramente per chi non lo avesse la avra’ magari conosciuta un paio di anni fa quando han fatto vedere il filmino su rai yo yo

di JULIA DONALDSON (Autore), ALEX SCHEFFLER (Autore),

MC COURT (Traduttore)

COME ETA’ DI LETTURA E’ INDICATO DAI 3-4 ANNI MA VA BENE ANCHE PER PIU’ GRANDI NATURALMENTE O PER I BIMBI CHE LO POSSONO LEGGERE DA SOLI

download

Sia come film che come libro a me e’ piaciuto veramente molto e inizia cosi’

La strega Rossella

ha una scopa volante

che quando lei vuole

decolla all’istante.

Se le giornate

son tiepide e belle

riesce a volare fino alle stelle

La storia inizia con in vento che fa cadere il cappello.

La strega scende a terra con il suo gatto per cercarlo, ma non riesce a trovarlo, finché non compare un cagnolino con il cappello in mezzo ai denti. Rossella ringrazia e accetta di portare il cane sulla sua scopa.

Ma ecco di nuovo il vento che fa volare via il fiocco dalla treccia di Rossella. La strega, il cane e il gatto scendono a terra e si mettono alla ricerca, ma a ritrovare il fiocco questa volta è un uccellino verde, che prende posto insieme agli altri sulla scopa.

Questa volta pero’ e’ in arrivo un temporale e dalla scopa cade la bacchetta di Rossella ma tra lei, gatto, cane e uccellino a trovarla e’ una rana che chiaramente prende posto sulla scopa!

Ma questa volta i passeggeri sono troppi e la scopa si rompe!!!! A questo punto arriva un grande drago rosso che si vuole pappare Rossella!!!! Ma da dietro compare un altro mostro fatto di fango che dichiara di volerla mangiare e indovinate un po’???? SONO GLI AMICI ANIMALI DI ROSSELLA CHE METTONO IN FUGA IL DRAGO E RIESCONO A SALVARLA!!!!!

A questo punto la storia finisce con un bel lieto fine, tutti cercano gli ingredienti,  mescolano tutto nel calderone della strega e compare…una scopa nuovissima che è pensata per far viaggiare comodamente tutti e  quattro gli animaletti (ha infatti acqua corrente, nido per l’uccellino ecc ecc)

Bello perche’ insegna anche ad essere sempre generosi (come la strega un po’ fuori dalle righe) che viene ripagata (i suoi amici animali la salvano dal drago)

room-on-the-broom

qui sotto vi lascio un disegno da colorare e…..

a questo punto che ne dite di preparare una bella pozione????

sul post di domani vi daro’ tutte le indicazioni per il gioco

il disegno lo potete scaricare qui room on the broom da colorare.pdf

se volete il libro ne ho trovate in italiano 2 versioni

51SH8Md6uqL._SY440_BO1,204,203,200_.jpg

LIBRO A 11,82 EURO

51JoqlkBgML._SY346_BO1,204,203,200_.jpg

LIBRO VERSIONE SONORA con i versi degli ANIMALI

Qui sotto invece  vi lascio un video che vi fara’ vedere il libro e lo

legge anche 🙂 in lingua inglese

 

 

ORSO IGNAZIO E LE DECORAZIONI DELL’ALBERO (STORIA-LAVORETTO)

Ciao a tutti, oggi voglio raccontarvi la storia di Orso Ignazio, Orso giocherellone e sempre disponibile che vive in un paesino del Polo Nord! Dovete sapere che a Bearland dove abita si puo’ trovare davvero di tutto, beh quasi tutto, infatti non esiste la colla, nessuno la ha mai inventata e nessuno la ha mai portata nel loro paese, ed e’ proprio incentrata qui la nostra storia di oggi.

Orso Ignazio da diversi anni ormai addobba l’albero del loro paesino ed e’ davvero bravissimo con il fai da te, una volta ha addobbato l’albero semplicemente stropicciando dei fogli di carta che ha colorato, l’anno dopo lo ha fatto con del legno tagliato a quadretti e tondi e poi sapientemente coperto di colore e disegni, ma quest’anno… beh voleva qualcosa di davvero straordinario e voleva usare del cartone per realizzarlo ed ecco che inizia il suo problema… come posso far stare insieme due pezzi di cartone si chiedeva? Con che cosa li posso unire?

Inizia cosi’ la sua passeggiata nelle divese case dei suoi amici, il primo a cui prova a chiedere aiuto e’ Orso inventore potete immaginare perche’ lo chiamassero cosi’, sicuramente lui potra’ aiutarmi pensa Orso Ignazio… e invece niente! Orso inventore prova a mettere del colore tra i 2 pezzetti di cartone che sembra si stiano per unire e invece cadono!

Non importa dice Orso Ignazio, a casa di Orso Legnoso trovero’ sicuramente quel che cerco!!!! Anche questa volta pero’ fa un buco nell’acqua, infatti il suo amico orso prova a sfregare il cartone con legno e fili d’erba ma piu’ che attaccarsi si rovinano o sporcano di verde!

Questa volta sara’ quella giusta pensa e si incammina a casa di Orso Ice (e’ un vero maestro del ghiaccio) che subito lo rassicura, non ti preoccupare amico mio, ho un metodo infallibile,  metti i pezzetti di cartone come credi di unirli e dalli a me, Orso Ignazio li consegna a lui che poco dopo li immerge in una piccola vaschetta di acqua e gli dice di andare a prenderli il giorno dopo!

Di buon’ora Orso Ignazio raggiunge la casa di Orso Ice che tutto contento mostra la vaschetta, completamente solidificata di acqua e … cartone un po’ deformato…poco male pensa Orso ignazio, lo portero’ a casa e provero’ a farlo stare in equilibrio tra i rami, saranno delle decorazioni super!

Una volta raggiunta casa entra, si spoglia e chiama il suo Amico cuoco, Orso Ciambella (lui non gli poteva di certo servire per unire il cartone!)  ma gli dice di raggiungerlo che gli avrebbe fatto vedere una decorazione davvero bellissima!

Orso Ciambella arriva in un baleno ma quando i due vanno vicino al caminetto dove c’era la decorazione…beh potete immaginare era completamente sciolta e i pezzi di cartone rovinati e… staccati! Toccandoli poi si rovinavano proprio!!!

Orso Ciambella allora dice a Orso Ignazio di non preoccuparsi, che anche lui il giorno prima provando a fare una torta si era sporcato con una cosa appiccicosa che era uscita con della farina e dell’acqua…MA CERTO!!!! Amico mio sei un genio dice Ignazio e chiede a Orso Ciambella la ricetta della…TORTA COLLOSA (a questo punto se la volete fare la mia ricetta la trovate qui LA COLLA FARINA E IL GIOCO DEL PIASTRELLISTA)

Bene, che ne dite di aiutare ORSO IGNAZIO AD ADDOBBARE L’ALBERO DEL SUO PAESE COSTRUENDO CON LUI TANTI BEI FIOCCHI DI NEVE-CARTONE per decorare l’albero del suo bel paesino?

A QUESTO PUNTO SE VOLETE ANCHE FARE UN ESPERIMENTO POTETE METTERE PEZZETTI DI CARTONE A CONGELARE E VEDERE IL GIORNO DOPO COME LI HA POTUTI TROVARE ORSO IGNAZIO, SUBITO DOPO PREPARARE LA COLLA FARINA  e magari anche provare le palline di carta stropicciate (ANCHE QUESTO FACOLTATIVO) E POI…INIZIARE…

MATERIALI NECESSARI:

-CARTONE DELLA PASTA (DEVE ESSERE BIANCO, SE NON NE AVETE VA BENISSIMO QUELLO DI RECUPERO INCOLLANDO SOPRA UN FOGLIO DI CARTA BIANCA)

-COLLA FARINA O COLLA STICK

-DECORAZIONI VARIE, PALLINI DA AVANZI DI CARTONE, STELLINE, BOTTONI, STRASS, BRILLANTINI E QUELLO CHE LA FANTASIA VI SUGGERISCE

-STAMPABILE DI ORSO IGNAZIO CHE TROVATE QUI orso-decorazioni-da-scaricare

orso-decorazioni

PROCEDIMENTO:

TAGLIATE LA CARTA A STRISCE, INCOLLATE A CREARE UN FIOCCO DI NEVE (COME IN FOTO) LE STRISCE POSSONO ESSERE ANCHE PIU’ LUNGHE E PIU’ CORTE E POSSONO POI ESSERE TAGLIATE NEL FONDO PER CREARE EFFETTI CARINI.

la colla farina e’ ottima su carta, incolla in un baleno,  su cartone sta piu’ ad asciugare e quindi sembra meno efficace (per lavori veloci)

Per decorare potete prendere anche della carta da regalo o decorata e tagliarla a piccoli pezzettini con cui coprirete il vostro fiocco di neve (li la colla farina va benissimo!!!)

DECORATE E INCOLLATE AL CENTRO ORSO IGNAZIO

APPENDETE ALL’ALBERO, IN GIRO PER CASA O COME CHIUDI-PACCO PER I VOSTRI DONI

A PRESTO

BRICO LOMBRICO E I FIORELLINI PER LA SUA BELLA (STORIA-CALCOLO MATEMATICO piu’ disegno)

worm-304272_960_720

CIAO A TUTTI, lo consocete voi Brico Lombrico??? E’ un simpatico animaletto che vive in un prato, con tanti altri insettini felici, oggi vi voglio raccontare la sua giornata, si perche’ Brico voleva portare a Brica (anche se nella realta’ sono emafroditi nella nostra storia non lo sono) delle bellissime violette e cosi’ in una bella giornata di sole va a casa di Lumo, un grosso Lumacone e gli chiede 10 fiorellini tra i piu’ belli che ha, Lumo incuriosito chiede a Brico se per caso ha trovato la fidanzata e gliene regala un mazzo bellissimo.

Brico e’ raggiante, tra poco arrivera’ da Brica che come vedra’ tutti quei fiori cadra’ ai suoi piedi!!!!! Mentre cammina pero’ non si accorge di Lella Coccinella e la urta per sbaglio, quest’ ultima un po’ infatidita gli dice che lo puo’ perdonare ma dovra’ regalarle almeno 2 di quei bellissimi fiorellini di campo…

Cosi’ Brico rimane con (fate dire ai bambini quanti) sole 8 bellissime violette… ma non e’ un problema, Brica non se ne accorgera’ nemmeno, non le aveva ancora viste!

Arriva cosi’ a casa di Brica ma suona suona e lei non risponde, Osca la Mosca che sta passando li vicino gli dice di averla vista poco prima a casa di Asso il Tasso…ma… resta completamente a bocca aperta per i fiorellini e chiede a Brico di dargliene almeno 1!!!!!!!!!!

Brico ora ha solo (quanti?) 7 bellissimi fiorellini che decide di custodire gelosamente per la sua bella, ma non fa nemmeno mezzo metro che incotra Mica la Formica con delle amiche,  Mica come lo vede gli chiede subito dei fiorellini, lui scocciato dice che non gliene puo’ dare ma subito si pente, infatti Mica tempo prima lo aveva aiutato nelle faccende nella sua casa-mela.Cosi’ Brico da’ 1 fiorellino a Mica e 1 per una alle sue 4 amiche!

A questo punto Brico ha (quanti?) solamente 2 fiori, Mica pero’ va a prendere dei ciuffetti di lavanda (quasi tutti senza fiore) e prova a ricomporre il mazzo.

Meglio di niente pensa Brico che si incammina a tutta velocita’ a casa di Asso, ma la fretta fa brutti scherzi, infatti una violetta vola via e cosi Brico rimane con (quante?) 1 sola violetta.

Arrivato dal nostro amico Tasso le chiede dove fosse Brica ma lui le dice che la ha da poco accompagnata a casa, cosi’ Brico corre a perdifiato (cosi’ da non incontrare nessuno) e tenendo ben stretto l’unico fiorellino (con i ramoscelli di lavanda) che gli era rimasto…arriva a casa di Brica pero’ trova Ape, l’ape dispettosa che vuole succhiare un po’ di nettare proprio da quel fiore, Brico protesta e mentre suona il campanello si distrae e cosi’ lei si fionda sul fiorellino e i suoi petali si aprono e cade!!!! (quanti fiori ha ora?)

Brica non puo’ credere ai suoi occhi, come ti permetti gli dice di presentarti qui con dei fili d’erba e dei legnetti rovinati, torna subito da dove sei venuto.

the-cartoon-356497_960_720

Sconsolato Brico torna a casa, ma ora c’e’ il bello, il giorno dopo passa di nuovo a casa di Lumo che questa volta gli da 25 fiori, ormai avrete capito che Brico e’ molto generoso e infatti per strada ne consegna addirittura 10, quanti fiorellini avra’ portato a casa di Brica, che raggiante lo abbraccia?

A questo punto senza che rispondano date loro lo stampabile che trovate qui sotto con raffigurata Brica, in mano i bimbi dovranno disegnare quanti ne restano e colorare

the-cartoon-356497_960_720

gioco-lavoretto

 

 

GIOCHIAMO ALLA DITTA DELLE PULIZIE CON diploma e tesserino da stampare piu’ ferro da stiro (costruzione)

ciao a tutti!!!!!!!!!!!

Sapete anche voi quanto sia difficile fare sistemare i giochi ai bambini vero??

Ma avete mai provato a farlo sotto forma di gioco???? La cosa cambia veramente molto, oggi vi voglio fare vedere un gioco, sotto troverete anche il tesserino di riconoscimento per la Ditta delle Pulzie in cui lavoreranno e anche un diploma finale, oltre a delle stelle da incollare ogni volta che finicono un lavoro, impareremo anche a costruire un ferro da stiro velocissimo e fai da te, ma partiamo con ordine…

Il piu’ delle volte arriva l’ora di lavare i piatti o caricare la lavastoviglie, vi guadate in giro e per terra c’e’ un esercito di omini vari, lego, pezzi delle cucine e altre cose, per  non parlare di vestiti vari arrivati chissa’ come (magari anche un calzino che era sparito da tempo 😛 ) e ora??? GIOCHIAMO!!!!!!!!!!!!!!

stampa: gioco-ditta-pulizie

COME SI GIOCA:

Il bimbo o bimba ancora non lo sa ma e’ stato scelto per lavorare nella Ditta delle Pulizie, quindi stampate e incollate su cartoncino il tesserino di riconoscimento , tagliate le stelline e tenete da parte il diploma.

1 Parte. Voi siete la segretaria della Ditta e dovrete spiegare dove devono andare e a fare cosa, naturalmente ogni compito che faranno non deve essere sempre dalla stessa signora, nella stessa casa altrimenti si stuferanno subito, dovete invece dargli dei posti dove andare mettendo delle cose anche a gioco. preparate una carta come questa, per incollare le stelle a fine lavoro, sotto trovate gli esempi.

pulirrrrrrr

ESEMPIO: RIORDINARE I LEGO o i giochi

La prima casa in cui dovete andare e’ del signor Edoardo il lupo, ieri sera si e’ alzato per andare a caccia di un maialino (che per fortuna non ha trovato) ed e’ arrivato a casa cosi’ arrabbiato e affamato che ha gettato a terra tutti i suoi trofei (guadagnati nelle corse in mezzo al bosco) che si sono rotti (lego) oppure se sono altri giochi ha gettato a terra tutti i soprammobili o ancora i giochi di lupetto e ci ha telefonato per andare a riordinare

INCOLLATE LA 1 STELLA A FINE LAVORO

2 ESEMPIO: riodinare quaderni, libretti oppure disegni:

La seconda casa in cui dovrete andare questa volta e’ proprio di un maialino, Arturo ieri sera ha sentito ululare nel bosco e per non fare vedere la sua casa al lupo ha acceso e spento la luce cosi’ tante volte che ha fatto una gran confusione, qui i nostri lavori sono 2, il primo sistemare le sue carte del lavoro (disegni) e i suoi libri e la seconda cosa e’ PORTARE IL CANE A FARE UN GIRO (IN QUESTO CASO VA BENISSIMO UN QUALSIASI PUPAZZO A CUI AVRETE LEGATO UN PEZZO DI SPAGO O DI LANA) DOVRANNO FARLO ANDARE AVANTI E INDIETRO UN PAIO DI VOLTE

INCOLLATE LA SECONDA STELLA A FINE LAVORO

3ESEMPIO:tirare su o piegare vestiti vari

Qui entra in gioco il ferro da stiro che si fa veramente in 1 secondo se non avete quello giocattolo, Io ho preso una confezione vuota di plastica (perfetta QUESTA del Parmareggio) la ho coperta con carta lucida da regalo e con cartone di recupero ho fatto il manico, fate attenzione che sotto rimanga la plastica senza carta regalo oppure se la volete ricoprire bene che non ci sia dello scoth perche’ cosi’ scivola bene.

20160918_120123

come gioco questa volta dovranno stirare e piegare vestiti che ci sono in giro , questa volta per conto della signora Alda la lepre che questa mattina e’ uscita cosi’ di corsa per andare in ufficio che ha visto volare in giro appunto dei vestiti e ci ha telefonato dal suo ufficio.

A FINE LAVORO INCOLLATE LA STELLA

4 ESEMPIO, io metto questo poi naturalmente ognuno di voi ha qualcosa di diverso da fare e puo’ inventare quel che vuole! PORTARE LA PLASTICA AL BIDONE (finiti tutti i lavori ci potete andare insieme!

L’ideale per questo lavoro e’ se hanno tipo una macchina o trattore dove possono salire e che non sia ovviamente da interno cosi’ potranno caricare la plastica sentendosi partecipi del gioco a tutti gli effetti, altrimenti possono prendere una piccola busta anche loro

Il signor Alfredo la zebra (un parente di Zou :D) che fa lo scultore ci ha telefonato per portare fuori gli scarti del suo lavoro, fa davvero diverse cose con questo materiale, riciclandolo (un giorno di questi vi faro’ vedere uno dei mille modi in cui utilizzo la plastica, se ve lo siete perso guardate ad esempio qui sotto)

ORECCHINI CHE PASSIONE, PLASTICA RICICLATA CARTA, CARTONE, STOFFA

se volete potete approfittare dell’uscita dicendo che sempre il signor Alfredo vuole che portiate a casa anche delle foglie autunnali (ne bastano 3 o 4) che potete mettere all’interno di un libro a seccare bene, per poi fare un lavoro insieme (poi domani vi faro’ vedere un esempio di cosa ci possiamo fare velocissimamente 🙂

INCOLLATE UNA STELLA A FINE COMPITO

E——SPERO ABBIATE FATTO TUTTE LE PULZIE 😀

BACI