I 2 GIOCHI DA FARE IN AUTO (senza materiali)

boy-478187_640.jpgCiao a tutti, molti di voi saranno in vacanza, molti altri ci devono ancora andare ma sia che stiate al mare, in montagna o che restate in città vi voglio dare 2 giochi molto divertenti da fare, li ho Provati con bimbi dai 5 ai 10 anni e si sono divertiti molto! Oltre tutto in questo 1 gioco si puo ripassare (se non pian piano imparare) l’alfabeto!

1 GIOCO

Si parte dalla lettera A dell’alfabeto fino ad arrivare alla Z (per le lettere straniere è una vostra scelta,noi le mettiamo di solito) il primo inizia con la frase: “HO TALMENTE TANTA FAME CHE MI MANGEREI UN” A questo punto pensa a una cosa che inizia per A anche qui scelta vostra se dire tutti  cibi quindi ad esempio partendo con  AGNOLOTTI oppure quel che la fantasia vi suggerisce ad esempio ARMADIO, il turno passa al secondo che deve dire di nuovo la frase: ” HO TALMENTE TANTA FAME CHE MI MANGEREI UN ARMADIO (se questo è stato detto prima) e un B … esempio BAULE, ora la volta del 3 (o ancora il primo giocando in due) che dovrà inventare qualcosa con la lettera c  (es. IO HO TALMENTE TANTA FAME CHE MI MANGEREI UN ARMADIO, UN BAULE E UN C… CITOFONO 😂,  questo fino a che

qualcuno salta un cibo perché  non lo ricorda o non gli viene in mente dove si e’ arrivati, se tutti i giocatori invece sono bravi con una buona memoria si arriva alla z tutti vincitori.

BEL GIOCO CHE ALLENA  LA MEMORIA OLTRE CHE RIPASSARE  L’ ALFABETO E SE VOGLIAMO PUO ANCHE INSEGNARE NUOVE PAROLE CHE COSI VERRANNO CERTAMETE RICORDATE MEGLIO

2 GIOCO

questo gioco a differenza dell’ altro parte con delle basi di geografia, noi lo abbiamo fatto anche con i nomi di persona ma è molto divertente,

Il primo dice a voce alta il paese che si sta attraversando in macchina, o treno o aereo (oppure il nome di persona di uno dei passeggeri) il secondo deve dire un altro luogo (stato, paese, citta’) che inizia con l’ultima lettera di quello che è stato appena detto

Es. RAVENNA finisce per A quindi il secondo giocatore può dire

ASTI, che finisce ler I quindi il successivo può dire

ISTAMBUL

E COSI VIA

SE INVECE FOSSERO STATI NOMI?

ANNA

ANTONIO

ORESTE e così via

Anche questo diverte ed istruttivo

 

Annunci

IL CALENDARIO DI APRILE da stampare e colorare (italiano e inglese)

ciao a tutti, come sempre vi lascio il calendario mensile, perfetto per quaderno dei bambini ma anche per appunti per voi, io lo uso anche per il quaderno creativo, che avete visto qui BULLET JOURNAL FAI DA TE CON IDEE E STAMPABILI (ADULTI E BAMBINI)

questa volta ho creato anche la versione con i giorni della settimana in inglese.

Per chi volesse nella mia pagina facebook ho iniziato a condividere dei lavori fatti da voi e i bambini con i post che ho pubblicato, se volete mandarmi qualche foto dei vostri lavoretti saro’ felicissima di aggiungerne! Grazie

Spero che vi piacciano i calendari, a presto

si scarica qui

versione in italiano

calendario april inglese

EDWARD LEAR, Limerick, scrittura nonsense con illustazioni da colorare

vintage-1823487_960_720.png

Ciao a tutti, sempre per la serie che oltre all’arte spiegata in genere si possono far conoscere dei celebri personaggi oggi voglio parlarvi di Edward Lear, scrittore e illustratore dei suoi libri di origine inglese.

Lear è noto per i suoi Limerick che sono delle brevi poesie dalle regole ferree che hanno il compito di far ridere chi le ascolta, sono a contenuto non sense, (la scrittura nonsenso e cioè che appare priva di significato, solitamente ma non necessariamente  a sfondo umoristico come appunto nei limerick) ha pubblicato diversi libri e ha viaggiato molto anche in Italia

Piu’ sotto trovate un suo Limerick, ci sono stati diversi traduttori, anche se la giusta traduzione non riesce mai perfettamente, il Limerick infatti come vi dicevo sopra ha delle regole e cioè  è sempre composto di 5 versi di cui i primi due e l’ultimo, rimati tra loro  il terzo e il quarto, a loro volta rimati tra loro quindi vale la regola da ricordare AABBA. Insieme alla breve poesia trovate anche una sua illustrazione da fare colorare ai bambini.

Ma continuando a parlare di Limerick un  altro conosciutissimo autore e’ stato anche Rodari, come nell’esempio qui sotto

Un signore molto piccolo di Como,

una volta salì in cima al Duomo.

E quando fu in cima

era alto come prima,

quel signore tanto piccolo di Como.

Ovviamente non potevo non proporre limerick a misura di bambino ed è qui che ne verranno fuori di davvero molto simpatiche, basterà spiegare appunto ai bimbi la regola, facendo qualche esempio in modo che capiscano bene e….farne scrivere una e completandola con disegno oppure facendo trovare un immagine che gli sembra adatta, questo e’ un esempio di quello che ne e’ uscito 🙂

UN GIORNO UN PICCOLO GATTO

SALI’ NELLA CIMA DI UN PALAZZO

CON UN BALZO FELINO ATTERRO GIU’

MA LA TESTA GUARDAVA ANCORA SU

CHE PICCOLO GATTO UN PO’ MATTO

animal-2029245_960_720

Tornando a Lear invece vi lascio un suo limerick con illustrazione da colorare

limerick-giusto

si scarica qui

il-signore-dellaia

IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE nei toni del verde piu’ I PAVONI costruzione e canzoncina in inglese

CIAO A TUTTI, ORMAI NON E’ LA PRIMA VOLTA che vi parlo di paste fai da te, abbiamo visto qui IL PONGO (PASTA MODELLABILE) ALL’ARANCIA oppure IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE alla vaniglia ma anche LA SABBIA CINETICA FAI DA TE

oggi vi voglio fare vedere come potete utlizzare il pongo fatto in casa, vi do un altra ricetta, anche se mi trovo bene con le diverse versioni che faccio provo sempre ad aggiungere o cambiare qualche ingrediente, questa volta volevo fare i diversi toni del verde per fare dei pavoni colorati

20170109_191750

ingredienti:

1 tazza di sale fino

2 tazze di farina

3 cucchiai di olio di semi

1 cucchiaio di limone

acqua q.b.

coloranti alimentari blu e giallo

mescola tutti gli ingredienti secchi e aggiungi olio, succo di limone, acqua non serve sia caldissima perche’ viene bene comunque, vi consiglio comunque di metterne poca alla volta e mescolare, all’inzio si attacchera’ alle mani ma continuando a mescolare vi accorgerete che iniziera’ a indurirsi e qui dovrete vedere di mettere pochissima acqua se la pasta si sbriciola, mentre se ne avete messa troppa aggiungete farina, la consistenza ideale e’ proprio quella del vero pongo.

Per colorare nei diversi toni del verde io ho inziato colorando prima con il blu e poi sempre blu e giallo per fare le diverse gradazioni di colore. Per il colorante anche in questo caso ne va messo un po’ e mescolare con le mani fino a che non diventa omogeneo,  nel caso vi sembri poco colorato aggiungerne e continuare a mescolare.

ECCO ora un’ idea di quel che potete fare…SE VOLETE FARE I PAVONI

-conchiglie (quelle delle capesante) colorate a tempera

-pongo nei toni del verde

-cartoncino arancione

-occhietti mobili

-stecchi da gelato tipo ombrello (opzionale)

Fate una palla un po piu’ grande e larga sotto (dove dovrete incastrare la conchiglia) a questo proposito io sono riuscita a incastrarla bene facendo diverse prove, se li volete piu’ solidi per giocare consiglio di incollarla con la colla a caldo su un pezzo di cartone e poi mettere il pongo.Fate ora una palla un po’ piu piccola da mettere sopra l’altra (il viso) a cui aggiungerete occhietti mobili e il becco con il cartoncino arancione.

Per le zampe sempre con il cartoncino arancione e opzionale lo stecco per gelato tagliato sopra per fare altre piume

VI lascio la canzoncina in inglese con i sottotitoli sempre in inglese per poterla cantare meglio, e’ molto semplice 🙂

 

 

 

LA COPERTINA DI ITALIANO DA COLORARE

CIAO A TUTTI, vi lascio velocissimamente una copertina da colorare per il quaderno di italiano, cosi’ i bimbi potranno avere la versione colorata da loro che poi dovrete solo incollare!

ho fatto 2 versioni, una normale come vedete da foto e una con le vocali

versione normale scaricabile qui:copertina-italiano

con le vocali qui:italiano-vocali